Ricerca

La Storia

Storia dell’Istituto L'Istituto d'Istruzione Superiore "Giovanni Verga" nasce il 1° settembre 2000 dalla fusione di due distinte realtà scolastiche, l’ex Istituto Magistrale “Giovanni Verga” e l’ex Istituto Tecnico per Geometri “Leon Battista Alberti” di Modica. L'accorpamento tra i due Istituti ebbe luogo ai sensi del Decreto Assessoriale n° 342 del 31.08.2000. L'Istituto rappresenta, nuovo nella sua attuale forma organizzativa, il punto di arrivo di percorsi formativi, a livello medio superiore, di secolare tradizione. Infatti, l’indirizzo Tecnico per Geometri, autonomo negli ultimi venti anni, proviene da un impianto scolastico risalente al 1868, mentre quello Magistrale risale al 1892. I due Istituti hanno costituito, nella loro specificità, una presenza significativa ed un valido punto di riferimento per l’istruzione media superiore dell’intera provincia. Da essi inoltre ha avuto origine l’istituzione di nuove simili realtà in ambito provinciale dagli anni '50 in poi. Ci sembra pertanto utile delineare qui di seguito alcune essenziali tracce storiche delle due realtà scolastiche originarie.L'EX ISTITUTO MAGISTRALEIl primo complesso per l’istruzione magistrale in provincia di Ragusa, sorse nel 1891 a Modica nei locali del Palazzo annesso all’antica Chiesa di Sant'Anna, di proprietà dell’Ente Liceo Convitto. Si trattava della cosiddetta Scuola Normale. Per vicissitudini varie nel 1924 la scuola fu trasferita a Noto, ma nel 1932, in piena era fascista, venne costruita su due piani al Corso Umberto I quella che è l’attuale sede dell’Istituto Magistrale, allora intitolato “REGIO ISTITUTO MAGISTRALE 28 OTTOBRE 1922” in ricordo della «Marcia su Roma» di Mussolini. Dopo la caduta del fascismo venne intitolato allo scrittore siciliano Giovanni Verga. Da esso negli anni cinquanta nacquero l’Istituto Magistrale di Ragusa e quello di Vittoria. Nel suo primo anno di vita scolastica, il 1932, l’Istituto Magistrale ebbe ben 173 alunni. Intere generazioni di insegnanti di prestigio sono usciti da questo Istituto, che tra l’altro ha avuto in cattedra ed alla direzione uomini di cultura come Carmelo Nifosì, Gesualdo Bufalino e il Preside Aprile.L'EX ISTITUTO PER GEOMETRIDalle origini, nel secolo scorso, e fino ai nostri anni settanta la storia dell’Istituto Tecnico per Geometri coincide con la storia dell’Istituto Tecnico Commerciale. Per un secolo, cioè, dire Istituto Tecnico “Archimede”, per tutta la provincia Iblea ha significato dire, indifferentemente, Geometra e Ragioniera. Infatti, dagli inizi della seconda metà del secolo scorso, per i giovani del circondario che volessero proseguire gli studi, una volta conseguita la licenza elementare, era di normale amministrazione andare a risiedere in una città dotata di scuole secondarie. E Modica, veniva definita "il miglior centro dell’istruzione secondaria che avesse la Sicilia Orientale". I giovani accorrevano non soltanto dai comuni del circondario, ma anche da altre province, per frequentare il Ginnasio, il Liceo, la Scuola Tecnica e poi l’Istituto Tecnico. Con decreto del 24 ottobre 1866 da parte del prodittatore Eugenio di Savoia, venne istituito al posto della Scuola Tecnica, il Regio Istituto Tecnico, dipendente dal bilancio del Ministero dell’Agricoltura, Industria e Commercio e intitolato al nome di Archimede. Essendo uno dei quattro esistenti in tutta la Sicilia, dotato di ampie e qualificate strutture didattiche, nonché da una biblioteca composta da più di 10 mila volumi, divenne subito punto di riferimento per tante generazioni di giovani, riassumendo gli orientamenti culturali e gli ideali politici propugnati dalla borghesia laica e progressista dall’Unità in poi.Nell’Istituto Tecnico Archimede insegnarono validi intellettuali della vita culturale italiana: da Serafino Amabile Guastella a Giacomo Albo e Luigi della Fonte. Nello stesso Istituto si formarono giovani di statura intellettuale europea come i fratelli Grimaldi: Giovanpietro, ordinario di fisica nelle più prestigiose università italiane e Rettore dell’Università di Catania; Clemente, agronomo, autore di un gran numero di pubblicazioni sui problemi dell’agricoltura. Alla fine degli anni settanta, dopo il trasferimento di tutto l’Istituto nel quartiere Sorda, il Corso per Geometri ottenne, prima la sua autonomia logistica, rispetto al Commerciale, poi, a partire dal 1976 quella amministrativa. Mentre il Commerciale continuò a chiamarsi “Archimede”, il Corso per Geometri, con la sua nuova, ampia, attrezzata e confortevole sede, sempre al quartiere Sorda, venne intitolato a “Leon Battista Alberti”. 

La Storia della scuola

La nostra Istituzione Scolastica è stata costituita grazie ad un apposito decreto degli organi competenti in materia. Di seguito alcuni momenti importanti, rappresentati tramite timeline, delle nostre attività più recenti.